SCHEDA: ARISTOTELE (ZOOLOGIA)

Indietro (Back)

 

 

ARISTOTELE. Aristotetous perh zoom istorias Aristotelis historia de Animalibus, Julio Caesare Scaligero interprete, cum ejusdem commentariis. Phillipus Jacobus Maussacus, in Senato Tolosano Consiliarius Regius, ex Bibliotheca paterna opus multis abhinc annis expetitum primus vulgauit & restituit, additis Prolegomenis & Animaduersionibus. Accedit fragmentum quod decimus historiarum inscribitur, mult qum antea emendatius & aucttius; additi praeterea indices, unus auctorum qui in opere citantur & emendantur, alter rerum & verborum notabilium. Tolosae Apud Dominicum & Petrum Bosc 1619. In folio antico (36x24 cm), bella leg. coeva piena pergamena rigida, piatti ornati da fregi a secco comprendenti una doppia cornice di due filetti, mazzo di fiori accantonati e al centro grande medaglione ornato di volute floreali, frontespizio rosso e nero, con grande calcografica raffigurante pastore con pecore, testo in greco e latino a fronte,  pp. (32), 1248, (24). una quindicina di xilografie alcune a piena pagina: insetti, l'occhio umano e la sua struttura, giunture degli arti e loro movimenti, organi interni eec; grandi fregi tipografici barocchi e innumerevoli capilettera a soggetto floreale. Esemplare in buone condizioni, annotazione di possesso alle sguardie a matita, datato 1863, mancanza alla cuffia inferiore e strappetto alla superiore, rade sottolineature. Raro esemplare.

BrM(NH), 61:

Monumentale e importante commento all'opera sugli animali di Aristotele, del medico, naturalista e letterato Giulio Cesare Scaligero (Riva del Garda 1484- Agen 1558), umanista dalla vocazione europea, italiano d'origine, francese d'adozione, che conobbe vasto successo di stampa nei Paesi tedeschi, lodato da Gesner, Leibniz e Kant. Le opere di Scaligero conobbero traversie tipografiche, infatti buona parte venne impressa solo postuma, come la nostra prima edizione. Il saccheggio di Agen del 1562 da parte delle truppe cattoliche di Monluc caus la distruzione di gran parte dei manoscritti inediti. Curatore dell'opera Jacques Philippe de Maussac (1590?-1650), Consigliere al Parlamento di Tolosa e amico del figlio dell'A., Giuseppe Giusto, lui pure erudito di fama. Quattro esemplari censiti in biblioteche italiane. Cfr. P. Lardet, Les ambitions de J.C. Scaliger latiniste et philosophe, Monaco 2001.

€ 1700,00

naturalia@tin.it

 

 

Aristotele 2.jpg (192598 byte) Aristotele1.jpg (186259 byte) Aristotele.jpg (204310 byte) Aristotele 3.jpg (202776 byte)

 

 

 

 

 

Studio Bibliografico Naturalia

Indietro (Back)